Godersi Netflix e SkyGo anche all’estero

Godersi Netflix e SkyGo anche all'esteroDal 2018 sarà possibile godersi le partite della Serie A o i telefilm in lingua italiana anche durante le vacanze all’estero: il Parlamento europeo, la Commissione e il Consiglio Ue hanno firmato un accordo che permetterà agli utenti iscritti a piattaforme a pagamento come SkyGo e Netflix di fruire dei loro contenuti anche quando si trovano fuori dai confini nazionali.

L’intesa risolve uno dei problemi più controversi e sentiti dagli iscritti alle piattaforme di contenuti on demand, da sempre costretti a rinunciare alla partita della loro squadra del cuore o all’episodio della loro serie tv preferita durante i soggiorni all’estero.

Cosa cambierà, quindi? Dall’anno prossimo chi si sposterà da un Paese all’altro dell’Unione europea potrà accedere a film, musica, partite e contenuti streaming vari come se si trovasse nel suo Paese di residenza.

C’è però un aspetto che continuerà a dover essere considerato, perché se da un lato l’Ue vuol garantire il diritto dei consumatori di fruire degli abbonamenti pagati anche all’estero, dall’altra si vogliono tutelare le compagnie che forniscono i suddetti servizi. Per evitare che chi si trasferisce in un altro Paese Ue continui ad utilizzare l’abbonamento ai prezzi praticati nel suo Stato di origine, le società avranno tutto il potere e il diritto di effettuare controlli sugli indirizzi IP.

Antonio Osso